giovedì 1 gennaio 2009

Buon 2009!


E come tutti gli anni, ci siamo lasciati alle spalle 365 giorni dei quali quasi tutti dichiariamo: " Non ne sentirò la mancanza!"

E come tutti gli anni, riponiamo in questi nuovi 365 giorni la speranza che si facciano rimpiangere alla fine di questo nuovo anno appena cominciato.

Senza toccare il tema della politica o dell' economia, o peggio ancora della pace nel mondo ( che per chi ancora pensasse che esista, abbiate pazienza se venite a scoprirlo così brutalmente: non c'é mai stata! ), ci sono stati dei casi di cronaca sul finire del 2008 che hanno regalato un lieve sorriso, certo, non rimpiangeremo l' anno appena trascorso per questo, ma io personalmente, vorrei ricordare un aneddoto in particolare con voi.

Chi più, chi meno, abbiamo sentito parlare del Movimento per la Liberazione dei Nani da Giardino. Per chi non lo sapesse, si tratta di un movimento che nasce in Francia, e prevede il furto dei nani in terracotta che popolano i giardini delle villette per poi portare gli stessi nei boschi e liberarli.

Ora questo movimento data la moda da un paio di anni a questa parte di appendere i pupazzi raffiguranti Babbo Natale che si arrampica dalla finestra, si é estesa pure a lui....

Ebbene sì! Anche Babbo Natale appeso alla finestra o al balcone, é stato preso di mira dai militanti di questo movimento.

Tanto che in un piccolo Comune della Lombardia, di cui purtroppo non mi ero annotata il nome ( chiedo venia ), i cittadini si sono ribellati a questa sottrazione da parte di ignoti del loro Babbi Natale e più determinati che mai hanno raddoppiato la presenza di questi pupazzi attaccati alle finestre delle loro case, per dire NO al sequestro dei loro pupazzi!

Il mio sorriso, é nato dal fatto che sentendo tante brutte notizie, vedendo tanti brutti servizi al TG, ritrovare una vicenda del genere mi ha scaldato un po' il cuore....

Lo so, é sciocco, ma alla fine, pensiamoci un attimo: da una parte ci sono delle persone che credono fermamente che questi "oggetti" da giardino, non siano da considerarsi tali e che abbiano ben altre aspettative di vita che starsene ad abbellire le nostre case, e dall' altra parte ci sono dei cittadini, che giustamente hanno comperato questi "complementi" d' arredo per esterni e giustamente ne denunciano il furto quando questi scompaiono.

Ma la cosa che mi ha fatto sorridere, é stata la reazione delle persone: invece di polemizzare e scaldarsi più del necessario, hanno aumentato la presenza dei Babbi Natale: così i liberatori dovranno fare i doppi turni se non vogliono lasciare nessun ostaggio indietro!

Auguro a tutti un 2009 fatto di almeno una "leggerezza" di questo calibro alla settimana come notizia curiosa in coda al TG: delle tette rifatte delle veline e di quanti soldi abbiano o meno da spendere in cazzate i "poveri" ricchi, non solo non ce ne importa più, ma ci fa incazzare proprio! Vogliamo sorridere, e penso che questo sia un buon modo per farlo.

1 commento:

Azabel ha detto...

Ma che carina questa notizia :)
Certo però che quei babbi spesso sono proprio bruttini, preferisco i nanetti...
Ovviamente, buon anno!