venerdì 26 settembre 2008

Tempo di marmellata


Solitamente a inizio estate quando la frutta é ben matura e saporita si prepara la marmellata.

Quest' anno però, tra il trasloco ed il fatto che trovavo sempre delle pesche troooppo buone per essere usate per questo scopo, ho rimandato a questi giorni la preparazione dei vasetti che saranno protagonisti di colazioni e merende nei prossimi giorni.

Come potete vedere dalla foto, anche mio figlio ha apprezzato questa deliziosa e delicata marmellata di pesche, che devo dire é riuscita veramente molto saporita nonostante l' abbia fatta con frutti di fine stagione.


Ingredienti:


1 kg di pesche gialle

1/2 kg di zucchero

1 busta di fruttapec ( facoltativo )


Preparazione:


Se siete fortunati come la sottoscritta ed avete la macchina del pane, selezionate il programma delle marmellate e lasciate fare a questa grande aiutante, altrimenti rimestate in una pentola la frutta tagliata a pezzi piccoli assieme allo zucchero.

Se preferite potete anche frullare la frutta col minipimer quando siete giunti quasi al termine della cottura.

Poco prima di spegnere, circa tre minuti prima, aggiungete la busta di fruttapec, e mescolate.

Invasettare il tutto ancora ben caldo fino a pochi millimetri dal bordo.

Prima di chiudere, se preferite potete coprire la superficie della marmellata con dell' alcool alimentare: non andrà a comprometterne il sapore ma servirà da conservante.

Una volta chiusi i vasetti, capovolgeteli e lasciateli in quella posizione fino al completo raffreddamento.

Per essere ulteriormente certi della conservazione della vostra marmellata, mettete i vasetti in un grosso pentolone, coprite d' acqua e portate a bollore, dopo di che spegnete e lasciate i vasetti nell' acqua finché non si sarà raffreddata del tutto.

A questo punto avrete una marmellata squisita che vi delizierà nei momenti della giornata più critici: la colazione, la merenda e...quella certa-voglia-di-non-so-che-cosa davanti alla TV.

2 commenti:

mammafelice ha detto...

Ha ha! Ecco la tua raganellina! L'ho già nutrita a dovere...
Buone marmellate! :)

Gormlaith ha detto...

Ebbene sì, ce l' ho fatta anch' io! Sai io ho una passione per gli anfibi, e i rettili. Ma per ovvi motivi etici, a meno che non trovi degli affidi, non ne terrei mai. Qualcuno mi ha persino detto che alcuni serpenti se seguiti con molta pazienza possono essere abituati a mangiare carne cruda, che certo non esclude il fatto di dovergliela comperare, ma sempre meglio che andare a prendere dei candidi topini come il mio Diamante...